Sono passati 113 anni ma il sacrificio dei minatori di Buggerru del 4 settembre 1904 non può e non deve essere dimenticato. Si battevano per condizioni di lavoro dignitose. La lotta di Salvatore Montixi, Felice Littera e Giustino Pittau non è stata vana. Da quel fatto partirono le mobilitazioni nazionali che portarono poi all’approvazione dei diritti dei lavoratori. Ricordarli oggi, nell’anniversario dell’eccidio significa tenere viva la memoria e un sacrificio i cui effetti sono stati uno dei pilastri nella lotta per i diritti dei lavoratori. I tempi sono cambiati ma quei gesti, quella volontà e quella voglia di riscatto sociale oltre che la spinta per una società migliore che partisse proprio da migliori condizioni di lavoro sono ancora oggi un punto di riferimento irrinunciabile.

 

Emanuele Cani

Deputato Pd

Buggerru, 4 settembre 2017

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*